Stampa 

Nicola Longo,con il Giornale D'Italia in mano,insieme ad alcuni commilitoni,negli anni del 2° conflitto mondiale.Dopo l'8 settembre,con l'Italia divisa in due,l'esercito era allo sbando e i tedeschi catturavano i nostri soldati,deportandoli nei campi di prigionia in Germania.Nicola Longo riuscì a tornare a casa,dopo un lungo viaggio a piedi,affrontando molti disagi e pericoli.